Traduzione e interpretariato
DE/IT/EN
hm@buerozwei.berlin

Henrieke Markert, nata nel 1985, ha studiato Lingua e letteratura italiana e Storia dell’arte presso l’Università Tecnica di Dresda e l’Università degli Studi di Trento all’interno di un programma di doppia laurea. In seguito ha conseguito una seconda laurea specialistica in Interpretariato di conferenza (tedesco, italiano, inglese) presso l’Università di Heidelberg, durante il quale ha trascorso un periodo di studi al Middlebury Institute of International Studies (USA). Dal 2015 lavora come traduttrice e interprete freelance per il tedesco, l’italiano e l’inglese e fa sottotitolazione in diretta per la televisione. Nel 2017 ha vinto una borsa per un laboratorio di giovani traduttori letterari (Hieronymus-Programm) con Il grande animale, il romanzo d’esordio di Gabriele Di Fronzo e una borsa per un laboratorio di traduzione con Gli ultimi giorni di Pompeo di Andrea Pazienza. È traduttrice e interprete giurata per la lingua italiana e collabora con il progetto Berliner Initiative, impegnato a valutare e migliorare il servizio di interpretariato nelle procedure d’asilo. Fa inoltre parte di un gruppo di traduttori volontari che si propone di pubblicare di un glossario di terminologia del diritto d’asilo.

Ambiti di specializzazione:

Arti visive, fotografia, film (sottotitoli e materiali), narrativa, graphic novel e politica (migrazione)

Narrativa:

Getrennt ist nie gleich (Separate is never equal) di Duncan Tonatiuh, Abrams Books for Young Readers 2014, traduzione tedesca per il festival internazionale di letteratura berlino 2018.

Lustige Gerippe (Funny Bones) di Duncan Tonatiuh, Abrams Books for Young Readers 2015, traduzione tedesca per il festival internazionale di letteratura berlino 2018.

Das große Tier (Il grande animale) di Gabriele Di Fronzo (nottetempo 2016), progetto per il laboratorio di traduzione Hieronymus-Programm 2017, brano in tedesco.

Die letzten Tage von Pompeo (Gli ultimi giorni di Pompeo) von Andrea Pazienza 1985, progetto per il laboratorio di traduzione Berliner Übersetzerwerkstatt 2017.

Saggi e articoli:

Zwischen Träumen und täglicher Arbeit: Gedanken zu Alina Szapocznikows Atelier di Kirsty Bell. In: A. Bonacina, M. Dziewanska & L. Heese (a cura di) «Alina Szapocznikow – Menschliche Landschaften», Verlag Walther König 2018, pp. 212.

Radical Software (rivista), traduzione di articoli per la mostra Radical Software. The Raindance Foundation, Media Ecology and Video Art, ZKM Karlsruhe 2017, link ai testi.

Paolo Virzì – Die Extraklasse der italienischen Komödie (Paolo Virzì – Fuoriclasse della commedia italiana) di Christos Acrivulis, Zambon Editore 2016.

Il socialismo e la nazione di Antonio Negri, discorso tenuto durante la GLOBALE, ZKM Karlsruhe 2015.

Das Dublin-System und Italien: Ein unklares Verhältnis (Il sistema Dublino e l’Italia: un rapporto in bilico) di Loredana Leo, ASGI – Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione 2015, pp. 47.

La nuova arte sovietica: una prospettiva non ufficiale – ZKK Rereading: Die Dissens-Biennale 1977 in Venedig, M. Bertelé, S. Frimmel (a cura di), Edition Schublade 2014, pp. 68.

Film:

Lazzaro felice (Alice Rohrwacher, link), Una mujer fantástica (Sebastián Lelio), Toni Erdmann (Maren Ade), Western (Valeska Grisebach), Filme DOK Leipzig 2016.

Referenze interpretariato:

internationales literaturfestival berlin, Italian Film Festival Berlin, Literarisches Colloquium Berlin, Rosa‑Luxemburg-Stiftung, CinemAperitivo Babylon Berlin, Kulturprojekte Berlin, Meeting Place Berlin